Sabato 28 aprile h 22.30   Palazzo Re Enzo

Yannick Val Gesto/Roman Hiele (B)
expanded cinema
prima italiana

Frutto dell'osservazione di fenomeni nascenti nella scena underground di Anversa è l'invito a Live Arts Week di Yannick Val Gesto e Roman Hiele per una collaborazione nella realizzazione di un’opera inedita. Filmaker e artista visivo già riconosciuto il primo, e giovanissimo musicista il secondo, chiudono con la loro installazione la ricognizione sul 'nuovo mondo' fiammingo: caotico, paradossale, provocatorio e senz'altro avverso alla stagnazione.
------------------------------

Yannick Val Gesto, artista belga, realizza installazioni audiovisive ed ambienti, stampe e disegni. Il suo immaginario non è riconducibile a null’altro che non sia l’ignoto, risultando al tempo stesso attrattivo e repulsivo, misterioso e macabro, stretto fra un’atmosfera pseudo-paranormale e un incerto senso dell’umorismo, che traspare sopratutto nel gusto e uso abbondante di effettacci che più che convincere costringono a stringere i denti: un vero inverosimile. Il forte simbolismo, pur difficilmente traducibile, e l’intensità visiva della sua ricerca sono in gran parte frutto della sua formazione di graphic designer radicale.
http://valgesto.tk
------------------------------

Roman Hiele studia cinema presso il KASK di Gent. La sua relazione ossessiva con i sintetizzatori vintage, gli studi di musica elettronica al Conservatorio Reale di Anversa, e l'esperienza come musicista jazz, lo hanno portato ad essere uno dei performer più riconosciuti della scena off di Anversa. Recentemente si è avvicinato al cinema, adottando lo stesso approccio sperimentale che pratica col suono.
------------------------------