Mercoledì 25 aprile h 19   Palazzo Carbonesi

Cristina Rizzo/Lucia Amara (I)
special guest Robert Steijn (NL/A)
Loveeee - Primo discorso con esercizi di grazia

Robert Steijn entra nello spazio di Loveeee perché sa danzare la danza del cervo, e parlare con i morti. Gli si chiede di investigare l'eleganza, di sperimentare il fatto semplice di essere presente con il corpo e la mente, con la purezza che si può manifestare in uno spazio pubblico.
------------------------------



Ciò che ci interessa della grazia è la sua probabilità di indagare alcuni modi dello stare. C’è una fragilità voluta ma nel virtuosismo. Una frangibilità vigorosa. Astenia nella tonicità. Mollezza nella prodezza. Intimità nell’esposizione (spettacolare). Controllo degli arresti. Flusso degli slanci. Nervosità senza futuro. Languore dove tutto sfuma. Elogio della linea serpentina. Abbandono. Spreco. Flessibilità ostentata. Torsione. Generazione dei possibili. Unione di ciò che dissomiglia. La grazia può introdurre nuovi sconosciuti in ogni istante di una durata, fondando un’ospitalità aperta e infinitamente replicabile.
------------------------------



Robert Steijn, basato tra Amsterdam e Vienna, è attivo in ambito teatrale come performer, scrittore, coreografo e guaritore. Il suo aiutante è un cervo immaginario, e nella sua fantasia danza con i morti. Indaga la realtà artificiale delle performing arts vista dal regno dello sciamanesimo. Con Frans Poelstra ha fondato la compagnia united sorry a Vienna. Nel 2012 organizzano una serie di eventi sul pensiero ecologico nel paesaggio urbano, sotto la sigla Green conversations. Steijn ha collaborato con coreografi come Anne Teresa de Keersemaeker, Latifa Laabissi e Maria Hassabi. Insegna alla School for New Dance Development ad Amsterdam e a P.A.R.T.S. a Bruxelles. Le sue ultime creazioni sono Robert and Maria e Deer Dance. Steijn è fortemente influenzato dall'artista performer Jack Smith, dai poeti Walt Whitman e Alan Ginsberg, dagli artisti concettuali Dan Graham e Matt Mullican, dallo sciamano/performer coreano Hi-Ah Park, dai rituali Ayahuasca, da lunghe passeggiate e da sogni molto significativi su come andare avanti nella vita.
www.unitedsorry.com
------------------------------