Mercoledi 25 > venerdì 27 aprile h 19  Palazzo Carbonesi

Cristina Rizzo/Lucia Amara (I) & guests
Loveeee - Primo, Secondo e Terzo discorso con esercizi di grazia
salon/performance, prima italiana, produzione Xing/Live Arts Week

Loveeee è il nuovo progetto di Cristina Rizzo e Lucia Amara che prosegue sul solco lasciato da tre atti performativi, chiamati Jungle In, avvenuti tra il 2008 e il 2009. L’esperienza dal vivo si tracciava tutta nella frequentazione, condivisa con il pubblico, di un luogo ideale e protetto, dove allenare simultaneamente il movimento di un pensiero e la scrittura simultanea di un corpo. Punto di partenza per questa nuova occasione di teoria e di pratica è il dispiegarsi di un discorso e di alcuni esercizi correlati attorno al tema della ‘grazia’ intesa come attitudine, come politica del corpo, come economia della bellezza in presa diretta con la realtà del mondo. Tema esteso e condiviso con tre artisti ospiti, uno per giornata, la 'grazia' è una categoria di confine, lontana dalla perfezione sicura e statica del bello. L’incontro paradossale di un risparmio, di un abbandono e di una rivelazione di potenza, secondo i principi di un’estetica della sovrabbondanza, del successo miracoloso, del rischio e dello slancio. La grazia è politica di dissimulazione. Indica una disparizione dei sistemi.

Ciò che ci interessa della grazia è la sua probabilità di indagare alcuni modi dello stare. C’è una fragilità voluta ma nel virtuosismo. Una frangibilità vigorosa. Astenia nella tonicità. Mollezza nella prodezza. Intimità nell’esposizione (spettacolare). Controllo degli arresti. Flusso degli slanci. Nervosità senza futuro. Languore dove tutto sfuma. Elogio della linea serpentina. Abbandono. Spreco. Flessibilità ostentata. Torsione. Generazione dei possibili. Unione di ciò che dissomiglia. La grazia può introdurre nuovi sconosciuti in ogni istante di una durata, fondando un’ospitalità aperta e infinitamente replicabile.

a cura di e con Cristina Rizzo e Lucia Amara
------------------------------



Live Arts Week ha prodotto l'e-book
Loveeee - journal
download versione pdf (9.4 mega)
------------------------------



Cristina Rizzo, danzatrice, performer, coreografa, basata a Firenze. Figura di punta della danza contemporanea italiana, si forma a New York diplomandosi alla Martha Graham School of Contemporary Dance e frequentando gli studi di Merce Cunningham e Trisha Brown. Ha collaborato con diverse realtà artistiche tra cui il Teatro Valdoca, Aldes, Stoa/Claudia Castellucci, mk, Virgilio Sieni Danza, Santasangre. E' co-fondatrice della compagnia Kinkaleri con cui ha condiviso la creazione e programmazione di tutte le produzioni dal 1995 al 2007. Dal 2002 è parte attiva nel gruppo di ricerca Open con cui ha realizzato Waudeville per F.I.S.C.O.10. E' stata coreografa ospite del Balletto di Toscana Junior per il quale ha creato il solo Variazione N° e la Sagra della Primavera di Igor Strawinskij. Dal 2008 intraprende un percorso autonomo di produzione e sperimentazione coreografica realizzando il progetto Dance N°3 (2009) con transiti di scrittura corporea tra i coreografi Eszter Salamon, Michele Di Stefano e Matteo Levaggi; la performance itinerante AHAH (2010); i soli EX/porno e Invisible Piece (2011). Le produzioni recenti: un duetto con un cane Micro danze con un cane addestrato (2011) ed il progetto Loveeee, conferenze/performance sulla grazia in collaborazione con Lucia Amara. Nel 2011 ha partecipato al progetto Critical Cab (F.I.S.C.O.11) e Instructions Series III/Orang Orang (DNA – Roma Europa Festival 11).
www.cristinarizzo.it
------------------------------



Lucia Amara, studiosa di teatro e linguistica, ha svolto un dottorato sulle glossolalie artaudiane al DMS/Università di Bologna, in collaborazione con il Dipartimento di Storia e Semiologia del Testo e dell'Immagine di Paris VII, diretto da Julia Kristeva, sviluppando una ricerca sul movimento in riferimento agli studi di J.E. Marey e F. Brunot. Ha pubblicato Carroll e Artaud. Thema con variazioni e co-curato la monografia Kinkaleri 2001-2008. La scena esausta (Ubulibri 2008). Ha dato contributi testuali per i quaderni di F.I.S.Co. (Xing 2007>2011) e collaborato all’elaborazione del libro Overground (Boiler 2011). Dal 2009 segue Cristina Rizzo nel progetti Jungle In e Dance N°3 affiancandola nell’annotazione di una partitura coreografica, e prosegue la relazione nel progetto Loveeee (2011>12). Ha collaborato con Kinkaleri nella scrittura delle performance Tu Dici? e I AM THAT AM I, e ha intrapreso un percorso sull’infanzia e la voce con Chiara Guidi. Attualmente svolge una ricerca all'Ecole des Hautes Etudes di Parigi sugli archivi della parola e della voce.
------------------------------